giovedì 19 marzo 2015

NOTIZIE DAL FRONTE INTERNO

La Prima Guerra Mondiale finì nel 1918, ma  l'Italia vi e con un anno di ritardo, esattamente 100 anni fa. Mentre 70 anni fa era terminata la Seconda, con un bagno di sangue alle spalle ed un intero continente distrutto, in ambedue i casi per la follia tedesca (forse maggiormente nel Secondo conflitto). Per due volte questa nazione pagò il danno arrecato, ma i debiti vennero condonati, anche se attualmente la Grecia ne sta chiedendo il saldo alla Germania al Governo CDU targato Merkel, con il sequestro di beni immobili tedeschi in Grecia.
Insomma l'euro dopo aver flagellato la Grecia per 5 anni con la Troika, sta facendo riaprire vecchie ferite che sembravano rimarginate.
Si apprende che il Ministro delle Finanze greco Varoufakis abbia fatto delle foto con la moglie in una sorta di strisce di vita quotidiana ostentando ricchezza sul suo attico ad Atene, tanto per screditarlo , ma Tsipras aveva comunque avvertito i vertici del Partito di mantenere il profilo basso.
Inoltre nonostante  il veto della Troika il governo greco approvato il disegno di legge  sulla povertà con il primo pacchetto di aiuti umanitari per la popolazione greca sotto la soglia di povertà.
 Passando alla Germania ,a Francoforte ci sono stati il 18 marzo gli scontri del movimento Blockupy una colaizione di movimenti di sinistra composto dalla Linke tedesca(la sinistra radicale), Fiom, alcuni parlamentari di Sel e Attac che rivendica delle tasse sulla transazioni finanziarie.
Si sono stimati circa 10.000 manifestanti che sono arrivati a scontri violenti con la polizia  tedesca, perchè Draghi avrebbe dovuto inaugurare un'ulteriore estensione di uffici della Bce, vista come simbolo del potere e dell'ideologia che rappresenta non solo per questi movimenti, ma anche per il popolo.
La Bce rappresenta il simbolo del potere che è il cuore della Ue , il collante che tiene in piedi il sistema fallito e tiene "per le palle" i Paesi aderenti alla zona euro.
La Bce difatti sta facendo politiche monetarie inutili come il QE (quantitative easing) e del fascismo finanziario verso i paesi latini, ricchi di ideologie differenti ed eterogenee.
Difatti abbattuto questo simbolo e l'ideologia che rappresenta l'entità astratta Ue ed i suoi organi irregolari sarebbero un nulla.
Il despota  che viene visto come il male è anche la figura di Mario Draghi, il governatore della Bce.
Ieri la rabbia e la voglia di democrazia affamava Blockupy che contestava la Merkel.
Gli sologan che si elevavano erano "In Europa ci vuole più Atene e meno Berlino". Cosa significa ciò?
Semplicemente che il popolo è stato distrutto dalle continue politiche di austerità e nonostante questo (Blockupy è di ideologie sinistreggianti) come accennato Tsipras sta combattendo il potere oligarchico finanzario della Ue, oltre a Vladimir Putin Presidente della Federazione Russa.
L'idea tedesca di voler controllare con l'euro gli Stati di Eurolandia sta fallendo e facendo acqua da tutte le parti.
In questo contesto difficile ci si ritrova con tre situazioni congiunturali potrebbero far saltare l'Europa come una polveriera. La prima è la questione ucraina tuttora irrisolta (un post futuro approfondirà in parte quello che sta avvenendo), in cui gli Usa stanno battendo i tamburi di guerra e la cercano, dall'altra parte i rancori tra Grecia e Germania e infine l'Isis.
La Germania non sarà mai in grado di condurre i Paesi europei da qualche parte, l'ideologia nazionale è ancora ben radicata in alcune parti del popolo tedesco.
Meno male che l'euro avrebbe dovuto portare pace,serenità e amore tra i popoli.  Si noti che sta accadendo l'opposto, oltre che un'elevatissima disoccupazione, si ha una forte rabbia , delusionee forti perplessità per il futuro.
Un tweet di Renzi afferma che il QE di Draghi e la svalutazione dell'euro sul dollaro arrivata fino al 40% e le sue riforme stanno cambiando l'Italia in meglio e che il Qe di Draghi sta funzionando.

Il  quantitative easing di Draghi non sta producendo assolutamente nulla nell'economia reale, basterebbe dare un'occhiata ai vari indicatori economici. Questa tipologia di operazione fianziaria non usuale(come scritto in post vecchi), altro non è che acquistare in modo massivo i titoli di Stato dalle varie banche e ripulirle dal loro marcio di passività, come crediti inesigibili o buchi finanziari creatisi per scelleratezza delle banche, insomma un colpo di spugna.
Ma è importante CAPIRE che tutti questi miliardi di euro non entreranno mai nell'economia reale, mai. Resteranno alle banche che useranno gli euro per altre operazioni finanziarie fallimentari e il ciclo si ripeterò, finchè la Germania lo vorrà ovviamente.
Inoltre l'euro non essendo una moneta adatta agli scambi nell'economia reale, si è svalutata sul dollaro dando respiro all'economia reale dei Paesi mediterranei o Latini, ma molto lieve, soprattutto sul costo delle materie prime.
Insomma si può parlare di svalutazione competitiva, ma non durerà in eterno perchè come sempre affermato o l'euro cambia, o avviene break up o la soluzione nella quale credo fermamente è una moneta parallela ad uso differito.
Le altre tematiche sono già state trattate in post precedenti.
Invece in Italia è successo mercoledì 18 marzo 2015 che quattro italiani sono stati uccisi da dei terroristi (che tutti i telegiornali riconducono all'Isis, con i soliti titoli roboanti e che devono imprimiere nel cervello dei telespettatori quella giusta dose di paura e lavaggio del cervello) al Museo del Bardo a Tunisi capitale della Tunisia.
Si sappia che l'Isis è creatura americana.
Se andiamo avanti così chissà come si farà, chissà.
Il
written by Daniele Scandelli





FONTI:

- next quotidiano.it

-  eastjournal.net