giovedì 23 aprile 2015

IL 70° ANNIVERSARIO DEL 25 APRILE

Si festeggia il 70° anniversario della Liberazione dal nazifascismo, anzi si ricorda e si celebra il contributo dei partigiani italiani che hanno versato sangue per la propria patria e la libertà contro l'oppressione per cercare di dare un futuro diverso alle generazioni a venire.
Ma la domanda è celebrare dopo 70 anni  questo cosa significa?
Il ricordo storico e di quelle persone che i nazifascisti hanno fatto fuori senza scrupolo solo per l'ideologia e il potere.
Ma oggi siamo liberi da cosa?
Con l'avvento della recessione economica chi ha avuto più poteri  nel contesto europeo li ha tirati fuori con le unghie, imponendo e approvando leggi da lager sia umano, che urtando i diritti umani inalienabili che solo un concetto astratto e metafisico inconcepibile come la Ue ha ottusamente o consapevolmente imposto ai popoli europei dagli eurocrati bigotti e senza la minima idea del fallimento del progetto euro che sta portando la Grecia ad una possibile introduzione di moneta parallela per sopperire la crisi umanitaria con dei pagherò in euro o comunque altri strumenti, dato che il governo di Atene non molla la propria posizione e nemmeno la stessa Germania arroccandosi sempre più in sè stessa.
Tutto questo gioca sul filo del rasoio, perchè l'economista francese e altri post come Repubblica testata eurista teme l'esplosione della stessa Bce, in quanto si esprime un terrore  che "Marione Draghi", con i suoi " whatever it takes" e QE non riesca a tenere insieme Eurolandia, perchè la rabbia è sempre più crescente nei popoli dell'eurozona sottoposti a questi diktat di Trattati incomprensibili e numeri magici che bloccano una seria ripresa economica, o almeno a tentare di farla ripartire, ma essendo l'euro una moneta a debito concepita politicamente sbagliata non succederà mai.
Quindi in molti post gli economisti più mentalmente realisti e saggi ipotizzano delle uscite varie creando scenari per un' uscita ordinata, altri contestano affermando che nei Trattati europei non si possa fare e l'euro sia irreversibile e la gente si spaventa sempre più.
Ma cosa è irreversibile se si tratta di costruzioni ed idee umane ormai fallite che non stanno più in piedi e nel giro di qualche tempo ( non ancora quantificabile) il contesto mondiale per forza di cose le farà crollare?
Oltre questo siamo mai stati veramente liberi dal Secondo Dopoguerra ad oggi?
Molti sostengono che dal 1945 gli Usa ci hanno colonizzato e sono state create strutture come Onu, Nato, CIA, che seminano terrore e grazie ad elitè finanziarie continuano ad instillare nel popolo l'idea di un terrorismo continuo da difendere e combattere , quando lo creiamo noi stessi tutto questo?
Di questi giorni è la tragedia del Canale di  Sicilia dove sono morti circa 700 immigrati , ma le stime non sono mai affidabili perchè i media sparano i numeri come la lotteria, più si gonfia la notiza e più fa scoop e più soldi girano.
Quindi si tira in ballo l'importanza della Ue come entità per coordinare politiche di immigrazione che permettano di evitare incidenti ed episodi veramente pesanti. Ma se la Ue se ne è sempre fregata bellamente lasciando al Paese italico l'arte di arrangiarsi con questa emergenza umanitaria, chi ci crede?Un pazzo, altro motivo per cui la Ue non serve ed è solo un'insieme di lobbies che sta distruggendo il continente europeo con politiche devastanti e recessive.
Inolte la piovra globalizzatrice ha creato una generazione di conformisti tutti con cellulare in mano con tutte le Applicazioni di questo mondo sopra e la testa resta incollata lì e il deretano si apre.
Il mercato multipolare detta le sue leggi e noi ci conformiamo in modi diversi, ma sempre ci conformiamo, non abbiamo più una vera libertà intellettuale o nella scelta di vita, il conformismo ha vinto. Quindi siamo liberi da cosa?
Pirandello nella sua poetica affermava che per liberarsi dagli incasellamenti che la società e la gente intorno ci appioppa bisogna ridursi ad essere folli, unica vera scappatoia e finestra di libertà.
Personalmente credo che i partigiani italiani ( e non solo) che si sono battuti con gli ideali di onore , per la patria, la libertà ed il sangue si rivolterebbero nella tomba nel vedere che le generazioni future sono ritornate ancora schiave in chiave moderna.
A voi l'opinione.

written by Daniele Scandelli